Tiziana Ferrario presenta CENERE

martedì 11 giugno 2024 - ore 21.00 - INGRESSO LIBERO

Biografia: Tiziana Ferrario, giornalista, inviata di politica estera, conduttrice e scrittrice, è stata corrispondente da New York per la Rai. Ha raccontato guerre e crisi umanitarie; per il suo lavoro sui conflitti in Afghanistan, Medio Oriente e Africa è stata nominata Cavaliere al merito dell’Ordine della Repubblica dal presidente Carlo Azeglio Ciampi. È autrice di vari libri, tra i quali ricordiamo i romanzi tratti da storie vere: La principessa afghana e il giardino delle giovani ribelli (2021) e La bambina di Odessa (2022).

Testo descrittivo del libro:
Un libro destinato a chi ama il romanzo storico con al centro indimenticabili figure femminili. Milano come non è mai stata raccontata. Una città in fermento, i bordelli e la povertà estrema, lo sfruttamento delle bambine, le scintille della moda che s’imporrà nel mondo, il socialismo con le donne più in vista ed eleganti della città, da Ersilia Bronzini Majno – moglie del parlamentare socialista Luigi Majno – ad Anna Kuliscioff – compagna di Filippo Turati. Sono le donne dell’Unione Femminile (1899) che combatteranno tante battaglie. Ferrario racconta la storia di due bambine, Mariuccia Majno (figlia di Luigi ed Ersilia Majno) e Giovannina Lombardi (leader delle bambine sfruttate che nel 1902 organizzerà uno sciopero esemplare), portando il lettore in un’epoca che la forma del romanzo restituisce con grande intensità.

“Milano, Maggio 1898. Chi c’era a testimoniare i fatti di quella tragica primavera sostiene che ci sarebbe stato bisogno di governanti prudenti. Invece, quarant’anni dopo le 5 giornate, la grande rivolta di popolo contro gli invasori austriaci, il sangue inondò di nuovo strade e marciapiedi della città lasciando morti e feriti…”

CONDIVIDI